Incendio nella periferia di Roma

Le fiamme divorano un parco di Fidene (periferia nord di Roma) e lambiscono le abitazioni. Dopo l’incendio il paesaggio è dominato solo da cenere e carcasse di vegetazione

Data delle riprese: luglio 2020 – Luogo: Roma

Poi non resta che cenere e qualche carcassa di pianta. E’ il triste risultato di un devastante incendio avvenuto a Fidene (periferia Nord di Roma) il 10/07/2020. A bruciare è stata la vegetazione presente tra il borgo capitolino e la via Salaria. Fiamme talmente alte che hanno pericolosamente lambito le case più vicine, favorite anche dal forte vento di quel giorno.

Il vento, però, è solo un fattore predisponente. La causa, nella stragrande maggioranza degli incendi in Italia è sempre e solo una: l’azione umana. Secondo la Protezione Civile, infatti, i roghi di origine naturale sono molto rari e originati da tre cause: eruzioni vulcaniche, fulmini in assenza di precipitazioni ed autocombustione (però esclusa nel clima mediterraneo); in tutti gli altri casi la causa degli incendi è l’uomo.

Quindi se non siamo vicini a un vulcano attivo e se non c’è appena stato un temporale senza piogge, il fuoco ha sempre un origine artificiale. I motivi possono essere tanti: distrazione (mozziconi o fiammiferi abbandonati), incoscienza (barbecue o rifiuti bruciati), ricerca di profitto (per lucrare sull’area distrutta) o puro vandalismo. Il risultato è sempre lo stesso: devastazione di alberi e vegetazione.

IMMAGINI TRATTE DAL VIDEO


SULLO STESSO ARGOMENTO

  • Tmb Salario in fiamme: guarda il video dall’alto dell’incendio che ha distrutto l’impianto di trattamento rifiuti di Roma Nord